Bartolomeo d’ Alviano – Cinquecento anni di celebrazioni 2015-2016

  • bartolomeo-d-alviano-2016bartolomeo-d-alviano-2016

Categoria Evento: Manifestazioni

Descrizione
Descrizione
Programma
Foto
Mappa
Recensioni
Eventi correlati
  • A cinquecento anni dalla morte del condottiero Bartolomeo d’ Alviano, avvenuta il 7 ottobre 1515 a Ghedi, in provincia di Brescia, il Comune di Alviano, in collaborazione con la Pro loco e le associazioni locali e con il contributo della Regione Umbria, per celebrare il suo grande figlio, uomo celeberrimo, dalla risonanza internazionale legatissimo all’Umbria ed in particolare ad Alviano, dove era radicata la sua famiglia, ha organizzato un anno di eventi, da ottobre 2015 a novembre 2016, un vasto programma dedicato al condottiero di cui parlarono anche Niccolò Machiavelli, Francesco Guicciardini e Michel de Montaigne,
    Saranno coinvolte nel ciclo delle celebrazioni, città umbre e italiane legate alle gesta e alle opere del condottiero:

    • Todi, città dove Bartolomeo ebbe i natali nel 1455;
    • Venezia, di cui fu capitano generale dell’esercito e dove si trova il suo sepolcro monumentale;
    • Pordenone, di cui fu Duca;
    • Bracciano, dove difese vittoriosamente il castello dalle truppe di papa Alessandro VI Borgia;
      alcuni centri del Cadore;
    • Padova, Minturno, Tricarico.

    Alviano celebrerà la figura di Bartolomeo con una serie di eventi, mese per mese, che seguiranno due filoni: uno scientifico, con un ciclo di conferenze, realizzate in collaborazione con il Dipartimento di Lettere. Lingue, letterature e civiltà antiche e moderne dell’Università degli Studi di Perugia, ad Alviano, Todi ed Acquasparta sui condottieri, sulla famiglia degli Alviano, sulla storia dell’Umbria e dell’Italia dell’epoca; uno rievocativo popolare con rievocazioni storiche, feste rinascimentali, percorsi didattici dedicati alle scuole, rappresentazioni teatrali, eventi gastronomici a tema, mostre ed eventi multimediali. Le celebrazioni offriranno l’occasione di visitare Alviano e il centro museale del castello, con il suo centro di documentazione che ha raccolto e sta raccogliendo documenti e reperti dal XV al XVI secolo, in particolare sulle compagnie di ventura.
    Le celebrazioni hanno il sostegno di Regione Umbria, Fondazione Cassa Risparmio di Terni e Narni, Fondazione Cassa Risparmio Orvieto e si fondano sugli studi di un comitato scientifico composto dai professori Erminia Irace (coordinatore), Mario Tosti e Manuel Vaquero Piñeiro, dal dott. Filippo Orsini, e dalla dott.ssa Antonella Pinna.

  • Nessun contenuto

    Spiacenti, in questo momento non c'è nessun contenuto in questa categoria.

    Google Map Not Loaded

    Sorry, unable to load Google Maps API.

  • Lascia una Recensione

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Vota questo Evento (complessivo):
    • icona voto
    • icona voto
    • icona voto
    • icona voto
    • icona voto