Festa dei Ceri 2012

Nome: Festa dei Ceri 2012
Descrizione: Festa in onore del Patrono di Gubbio, Sant'Ubaldo; la tradizione della corsa dei ceri simbolo di Gubbio e dell'intera regione.
Data inizio: 15 Maggio 2012 alle 05:00
Data fine: 15 Maggio 2012 alle 20:00
Luogo: Gubbio

Cartina del percorso dei ceriLa Festa dei Ceri di Gubbio è forse una delle tradizioni storico religiose più note in Umbria tanto che i 3 ceri di Gubbio, simbolo della città, compaiono all’interno dello stemma della Regione Umbria.

L’importanza della Festa dei Ceri è dovuta sia all’”antichità” della festa stessa sia a ciò che essa significa per gli eugubini, e non solo: i valori storici e culturali che si fondono con quelli religiosi e civili creando un unicum che rappresenta meglio di ogni altro l’essenza e lo spirito degli Umbri.

La Festa dei Ceri si svolge ogni anno il 15 maggio, giorno della vigilia di Sant’Ubaldo, vescovo e protettore di Gubbio; nei giorni precedenti la festa gli eugubini preparano meticolosamente tutti quei riti che serviranno da contorno alla Corsa dei Ceri, il momento più atteso delle intere celebrazioni.

La Corsa si svolge nel pomeriggio, dopo che nelle ore precedenti si sono finalizzati i rituali tradizionali dell’alzata dei ceri e delle investiture dei capitani.

Il percorso dei tre ceri si districa dal centro della città, lungo Via Dante (detta callata dei Neri), il Corso, via Cairoli, Piazza Grande per arrivare fino al Monte Igino dove si trova la Basilica di Sant’Ubaldo, meta della corsa, e luogo dove risiedono i ceri durante l’anno.

Nella tradizione storica la Corsa dei Ceri rievoca momenti lontani in cui gli antichi umbri combatterono per affermare la propria libertà ed indipendenza; nel corso degli anni la tradizione storica si è arricchita di elementi prima religiosi e poi folkloristici. I tre ceri rappresentano (e sono sono sormontati da statute raffiguranti) Sant’Ubaldo (patrono dei Muratori), San Giorgio (protettore dei Merciai) e Sant’Antonio Abate (protettore degli Asinari e dei Contadini).

Programma della Festa dei Ceri 2012

  • Ore 5,00: alle prime luci dell’alba i tamburini percorrono le vie del centro storico per andare a svegliare i protagonisti della corsa: i Capitani (appartenenti all’antica arte dei muratori e scalpellini ed estratti a sorte di due anni in due anni) e i Capodieci (un ceraiolo per ogni cero che viene scelto per la cerimonia dell’”Alzata”);
  • Ore 6,15: i rintocchi del Campanone (la campana civica del Palazzo dei Consoli) svegliano l’intera città;
  • Ore 6,30: cerimonia al Cimitero in memoria dei ceraioli defunti;
  • Ore 7,30: si celebra la messa presso la chiesa di San Francesco della Pace (detta dei Muratori), dove vengono custodite le statue lignee dei tre Santi. Al termine della celebrazione religiosa vengono estratti i nomi dei capitani che saranno in carica dopo due anni;
  • Ore 8,30: ha inizio il corteo che accompagna le statue dei tre Santi verso il palazzo dei Consoli;
  • Ore 9.30: Raduno dei Ceraioli a Borgo Santa Lucia e consegna del “Mazzolino dei Fiori”;
  • Ore 10,00: la festa comincia a prendere corpo con la sfilata dei ceraioli che si recano in Piazza Grande;
  • Ore 11,30: l’alzata dei Ceri è uno dei momenti più intensi e spettacolari della grande Festa. La grande piazza è completamente gremita di folla. Si svolge la cerimonia dell’investitura del Primo Capitano, al quale vengono consegnate le chiavi e le insegne della città. Per un giorno sarà padrone assoluto di Gubbio. Subito dopo avviene l’Alzata dei Ceri e inizia la mostra per le vie della città;
  • Ore 14,00: Nelle sale del Palazzo dei Consoli si svolge la “tavola bona”, il banchetto dei Ceraioli e degli ospiti;
  • Ore 15,00: I Ceri vengono posati su artistici piedistalli lignei in Via Savelli della Porta dove restano fino alle 18,00;
  • Ore 18,00: il Vescovo di Gubbio benedice i ceraioli con una reliquia del Santo Patrono e ha inizio la folle corsa attraverso Via Dante (detta callata dei Neri), il Corso, via Cairoli. E poi ancora, dopo una breve sosta, fino a Piazza Grande, per compiere le cosiddette “birate” attorno al pennone issato al centro della piazza. Quindi inizia la rapida ascesa verso il monte Ingino, con una sosta prima della Porta di Sant’Ubaldo, fino alla Basilica del Santo Patrono;
  • Ore 20,00: Le statue dei Santi, smontate dai Ceri, vengono riportate in processione fino alla chiesa di San Francesco della Pace. I Ceri, invece, restano nella terza navata destra della Basilica fino alla prima domenica di maggio dell’anno successivo.

Ulteriori informazioni sul sito: www.ceri.it.

1 commento su “Festa dei Ceri 2012

  1. Pingback: Festa dei Ceri 2012 - Turismo - Tua Notizia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Email