Speco Francescano di Narni

  • speco-san-francescospeco-san-francesco

Categoria Luogo: Attrazioni

Descrizione
Descrizione
Informazioni
Foto
Mappa
Recensioni
Luoghi correlati
  • Lo speco fondato da San Francesco nel 1213, è uno dei luoghi francescani più importanti, luogo di intensa spiritualità dove ancora oggi sembra aleggiare lo spirito del suo fondatore.

    Quando Francesco vi giunse il luogo era conosciuto come Eremo di Sant’Urbano, era stato fondato intorno all’anno mille dai monaci benedettini e dipendeva dalla chiesa di San Benedetto In Fundis di Stroncone, comprendeva alcune grotte e la chiesetta di San Silvestro. Il piccolo eremo divenne rifugio, luogo di meditazione e di preghiera per i frati minori. Francesco lo amava e vi trascorse lunghi periodi, raccogliendosi in preghiera nella chiesetta e nello speco, una spaccatura della roccia lunga circa sessanta metri che scende verso valle.

    L’eremo è immerso nel verde e domina tutta la vallata sottostante, vi si accede attraverso il Viale del Perdono che porta davanti alla chiesa tardo cinquecentesca (1585 circa) che conserva un tabernacolo e bel crocifisso ligneo con intarsi madreperlacei. Dal chiostro quattrocentesco, accanto alla chiesa, ci si immette nella Cappella di San Silvestro decorata da affreschi del 1300 raffiguranti vari santi, il Crocifisso e la Madonna. Un piccolo corridoio immette al locale dove si trova il pozzo dal quale, come vuole la tradizione, venne attinta l’acqua che Francesco mutò in vino. E’ possibile visitare l’antico Refettorio e il dormitorio del Convento edificato da San Bernardino da Siena per ospitare i frati dell’ordine.

    Attraverso un sentiero che si inoltra nel bosco si arriva allo Speco, accanto si trovano la piccola cella dove il Santo riposava, dove si conserva ancora il suo letto e l’Oratorio di San Francesco con le pareti ricoperte da affreschi riproducenti il miracolo dell’acqua trasformata in vino. Nel prato davanti allo speco c’è un grande e rigoglioso castagno, secondo la tradizione il Poverello d’Assisi piantò un bastone e questo divenne il castagno che ancora oggi possiamo ammirare.

    Durante i secoli il convento subì diverse modifiche, venne chiuso e solo nella prima metà del Novecento fu restaurato e di nuovo affidato ai frati francescani. Il convento è un luogo di clausura, tranne che negli ambienti aperti al pubblico e la foresteria. Per non turbare il necessario raccoglimento le visite al chiostro sono sospese durante la preghiera.

  • Categoria: Attrazioni

     Indirizzo: Strada Narni Sant'Urbano - Narni -  Umbria 

    Orari: 9:00-12:00
    Ingresso: Gratuito
    Telefono: 0744 743392
  • Nessun contenuto

    Spiacenti, in questo momento non c'è nessun contenuto in questa categoria.

    Google Map Not Loaded

    Sorry, unable to load Google Maps API.

  • Lascia una Recensione

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Vota questo Luogo (complessivo):
    • icona voto
    • icona voto
    • icona voto
    • icona voto
    • icona voto