Collescipoli

  • CollescipoliCollescipoli
  • S.Maria-maggiore-collescipoliS.Maria-maggiore-collescipoli

Categoria Luogo: Attrazioni

Descrizione
Descrizione
Informazioni
Foto
Mappa
Recensioni
Luoghi correlati
  • Collescipoli è un piccolo borgo situato nei pressi della città di Terni, sorge su un colle vicino alla via Flaminia e, per la sua posizione geografica, ha sempre svolto un’ importante funzione di controllo del territorio.
    Le sue origini sono molto antiche, già Plinio lo nomina nella sua Naturalis Historia, chiamandolo Turocelo o Netriolum.
    Durante il Medioevo, tra l’XI e il XII secolo, la cittadina, chiamata Turritulum, si circondò di poderose mura che racchiudevano al loro interno alte torri, strette vie e molte chiese. Dapprima feudo degli Arnolfi, fu in seguito assoggettata da Trasmarico di Miranda.
    Nel 1453 Collescipoli divenne libero Comune con il nome di Collis Scipionis, il colle di Scipione, il riferimento al condottiero romano è rafforzato da un suo busto inserito sulla sommità di Porta Romana.
    Dal periodo comunale la sua storia si fonde con quella della vicina Terni, con la quale condivise prima l’appartenenza allo Stato della Chiesa, poi l’annessione al Regno d’Italia.
    Generoso e leale fu l’appoggio che i patrioti collescipolani dettero a Giuseppe Garibaldi durante le lotte per il Risorgimento, tra di essi di distinse Giovanni Froscianti che fu con il Generale in tutte le sue battaglie per condividerne poi, come segretario, l’esilio di Caprera.
    Nel 1927 entrò a far parte, come comune autonomo, della provincia di Terni.
    Patrono del paese è San Nicola, che si festeggia il 9 maggio. Secondo una leggenda il santo difese Collescipoli dall’assalto dei guerrieri longobardi, per questo l’immagine del Santo fu inserita nello stemma comunale.

    I tesori del borgo

    • La Collegiata di Santa Maria Maggiore (XIV secolo), di origine romanica., con un’unica navata, è stata restaurata più volte, oggi si presenta come un vero e proprio gioiello tardo barocco, decorata da stucchi di Michele Chiesa, con gli altari dei fratelli Grimani di Stroncone ed opere del Pomarancio. Conserva al suo interno l’organo Hermans, costruito nel 1678 dal gesuita fiammingo, è uno dei pochissimi ancora esistenti, in suo onore si tiene annualmente un prestigioso festival di musica organistica: l’Hermans Festival.
      A sinistra della chiesa si erge la cinquecentesca torre campanaria che conserva ancora le bifore e la cuspide gotica.
    • Chiesa di S. Stefano (XI secolo), di stile romanico, si trova all’interno del cimitero comunale. Una lapide del 1093, inglobata sulla facciata, racconta che fu donata al prete Lupone dalla famiglia Arnolfi. Internamente si possono ammirare affreschi quattrocenteschi attribuiti al Maestro di Narni.
    • Chiesa di S. Nicolò, di origine romanica, ospita affreschi del XVI secolo di Evangelista Aquili, Sebastiano Fiori e Bartolomeo Barbiani, notevole un organo Neri-Fontana del 1647 usato durante
      Hermans Festival.
    • Il Palazzo Comunale, dove sono conservati documenti d’archivio che coprono un periodo che va dal 1429 al 1927, un fondo libraio costituito da 1600 edizioni a stampa e da 16 preziosi manoscritti. Nel palazzo, dove è in progetto l’allestimento di un piccolo museo sul Risorgimento, è conservato il beccaccino, l’imbarcazione usata da Garibaldi per fuggire da Caprera nel 1867.
      Nella Sala Consigliare, anticamente prigione di via Larga, si possono ancora leggere i graffiti che, in oltre due secoli, i carcerati vi hanno lasciato.
  • Categoria: Attrazioni

     Indirizzo: Collescipoli - Terni -  Umbria 

    Ingresso: Gratuito
  • Nessun contenuto

    Spiacenti, in questo momento non c'è nessun contenuto in questa categoria.

    Google Map Not Loaded

    Sorry, unable to load Google Maps API.

  • Lascia una Recensione

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Vota questo Luogo (complessivo):
    • icona voto
    • icona voto
    • icona voto
    • icona voto
    • icona voto